Home

Programma della Stagione

Associarsi

Dove Siamo

Contatti


Area Soci




Seguici su Facebook







  

Stagione 2018 2019
 

-> Programma delle Proiezioni Stagione 2018-2019 <-

(clicca per scaricare il programma) 

   

A La ruota delle meraviglie, l’ultimo film di Woody Allen, spetta, come da tradizione, l’apertura della stagione: una storia di sogni e fragili speranze di quattro esistenze e, sullo sfondo, la spiaggia e la ruota panoramica di Coney Island fotografata dall’intensa luce di Vittorio Storaro. Poi il brio sorprendente della commedia Due sotto il burqa a precedere la riproposta dell’ultimissima versione restaurata di un super classico del cinema, 2001: odissea nello spazio, sfavillante saggio della maestria di Stanley Kubrick. Quindi seguono L’insulto di Ziad Doueiri, Ella & John di Paolo Virzì, Tonya di Craig Gillespie, ovvero l’ascesa e la caduta della pattinatrice su ghiaccio Tonya Harding, un ritratto di un grande talento sportivo e delle tante ombre che lo hanno tradito.

Come un gatto in tangenziale, con Paola Cortellesi ed Antonio Albanese, si sofferma – con i toni della commedia di costume – su debolezze e difetti di certa società italiana contemporanea. I grandi ritratti storici arrivano con il Winston Churchill reso con mimetica bravura da Gary Oldman, al centro de L’ora più buia di Joe Wright, e con gli eroi del giornalismo protagonisti della vicenda dei Pentagon Papers ricostruita da Steven Spielberg nel suo
The Post.

Scorrendo rapidamente il programma la nostra attenzione si sofferma ad esempio su La signora dello zoo di Varsavia di Niki Caro; ancora: la rutilante commedia C’est la vie - Prendila come viene del consolidato duo di registi da botteghino Eric Toledano ed Olivier Nakache, Tre manifesti a Ebbing, Missouri con la migliore attrice, Frances McDormand, premiata agli Oscar 2018. Un altro Oscar dell’ultima edizione, questa volta per il miglior film, arriva con La forma dell’acqua di Guillermo del Toro, vicenda fantastica di segreti militari e misteriose creature degli abissi; l’elegante romanticismo de Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson; l’affettuosa, ironica parabola di Sergio & Sergei, il dolore de Il prigioniero coreano di Kim Ki-duk, e, tra i titoli dell’ultima parte della stagione, la commedia Parigi a piedi nudi (l’ultimo film interpretato da Emmanuelle Riva), il lunare Tito e gli alieni, lo scandaglio, duro e rigoroso nello stile, nella parte oscura della vita così come viene descritta in Dogman di Matteo Garrone, l’allegria paradossale e zampillante in Abracadabra.

Un’ultima nota, doverosa, è per il sentito, affettuoso ringraziamento a Roberta Faiella che ci ha regalato il nuovo logo del Pungolo.

Le luci in sala si spengono, accomodiamoci in poltrona: il film sta per cominciare.


 

-------------------